Un nuovo sito targato WordPress


Feste in India: tra leggenda, religione e tradizione

1.03K 0

diwali-indiaL’India è una terra di mitologia e festeggiamenti, di leggenda, religione e tradizione. Qui le feste sono un aspetto essenziale della vita socio-culturale delle persone. Come dato di fatto le feste rispecchiano la cultura della gente. Colori vibranti, musica e festeggiamenti ravvivano il Paese per tutto il corso dell’anno. C’è una celebrazione per ogni occasione religiosa, per ogni cambio di stagione e per ogni raccolto.

Gli eventi principali

Le principali festività celebrate in tutta l’India sono:

DiWali, che è forse la più conosciuta delle feste indiane e solitamente ha luogo diciotto giorni dopo Dusshera. E’ la “festa delle luci”, quando ogni città e villaggio risplende di milioni di lampadine elettriche, di candele e di lampade ad olio che illuminano le case e gli edifici pubblici.

Una caratteristica particolare della festa è l’adorazione di Laxmi, la dea del benessere e della prosperità. Lo scambio di dolci e l’accensione di fuochi d’artificio accompagnano invariabilmente la celebrazione della festa.

Holi, che è l’esuberante festa del colore, celebrata generalmente a marzo, che segna la fine dell’inverno. Di base consiste nel tirarsi l’un l’altro acqua e polvere colorata.

Dussehra, che letteralmente significa il decimo giorno. Segna la fine del nono giorno di Navratri e simboleggia il trionfo del bene sul male. Viene dato fuoco a delle effigi di carta di Ravan, Meghnath e Kumbhakarnan, riempite di petardi.

Id-ul-zuha, che è una ricorrenza osservata dai Musulmani per commemorare l’offerta del profeta Abramo di sacrificare il proprio figlio ed è la festività islamica più celebrata in India.

Id-ul-fitr, che è celebrata per segnare la fine del mese di Ramadan, il mese di digiuno per i Musulmani ed è considerata un’occasione per festeggiare e rallegrarsi.