Un nuovo sito targato WordPress


Calcutta, capitale del Bengala occidentale

716 0

Calcutta è la capitale del Bengala occidentale e fu la capitale dell’India Britannica fino al 1912. Il nome della città fu cambiato poi in Kolkata ma nonostante ciò quasi tutti continuano a chiamarla Calcutta.

In questa città vecchia di trecento anni quando fu il quartier generale della Compagnia delle Indie Occidentali furono costruiti bellissimi monumenti famosi.

Calcutta ama definirsi “città della gioia” ed è innegabile che sotto certi aspetti è davvero una delle più belle città indiane nonché la capitale culturale dell’India.

Da non perdere in città

Il centro della città è il grandissimo Maidan, una grandissima sorta di piazza aperta dove vengono organizzati i raduni politici, le partite di calcio o le lezioni di yoga.

Sul Memorial domina la città il Fort William mentre sul lato meridionale vi aspetta il Vicotria Memorial: un grande edificio di marmo bianco che al suo interno contiene oggetti anglo-indiani.

Cercate anche il BBD, la piazza centro amministrativo della città sulla quale trovate il famoso “buco nero di Calcutta” dove nella notte del 1756 furono rinchiusi in una cantina oltre 140 britannici.

Da non perdere poi anche il Tempio di Kali, oggi luogo di pellegrinaggio, l’interessante Indian Museum, il più grande e probabilmente il migliore museo del paese, i Giardini Botanici, dove vi aspetta un banano di 200 anni, il ponte di Howrah Bridge, il più trafficato del mondo, il planetario di Birla, il Tempio di Dakshineshwar, Vidyasagar Setu, Thakur, il parco Rat ed il Palazzo di Marmo.